deutsch


Sistema automatico JOMESA per l'analisi di filtri:

Pulizia tecnica, Processo di misurazione, Riconoscimento di metallo e non metallo, Risultati e rapporti , Impurità di olio

Procedura di misurazione

La somma dei vantaggi nella procedura di misurazione del JOMESA HFD sono sicuramente uno dei motivi che JOMESA nel settore della l'analisi microscopica di filtri e leader di mercato.
L'analisi microscopica si effettua sul filtro a membrane (essiccato). JOMESA con anni di esperienza a sviluppato varie possibilità e porta filtri per posizionare il filtro sotto il microscopio.
Tutti i seguenti porta filtri vengono fabbricati da JOMESA.








Porta filtro con copertura in vetro:
l'analisi e archiviazione elettronica.

Telaietti filtro:
l'analisi, archiviazione elettronica e fisica.

Porta filtro Drum stretch:
l'analisi, archiviazione elettronica e ulteriori analisi (REM/EDX)









Dopo posizionato il filtro sotto il microscopio:
Si caricano i parametri d'analisi.
Poi si inseriscono i dati nella maschera di inserimento (numero del componente, metodo di estrazione etc).
Avviare la valutazione automatica.
Come richiesto nella VDA 19 e ISO 16323 la scansione del filtro esegue tramite un tavolo traslatore motorizzato.





l JOMESA HFD in questo punto ha 2 vantaggi eccezionali.

1. Tutti i singoli campi visivi vengono aggiunti a 1 quadro complessivo e salvato nel Database che sarebbe l'archiviazione elettronica del filtro. Dopo salvato questo filtro si può rilavorare in qualsiasi momento. Con questo il sistema e trasparente e i risultati si possono ricostruire e analizzare.

2.Il JOMESA HFD e l'unico sistema che valuta il filtro in un diametro predefinito (sotto a sinistra il cerchio rosso). Questo fatto e chiaramente un vantaggio in confronto a metodi che lavorano con campi visivi singoli. (vedi a sinistra quadratini bianchi che tagliano la linea del cerchio giallo). Il metodo di JOMESA e indipendente del ingrandimento.

Scansione del filtro a membrane

(quadratini bianchi = campo visivo della telecamera)


Comporre ad un quadro complessivo





Dopo la scansione motoria esegue la valutazione.
Nel primo passo esegue una omogeneizzazione di luminosità. In questa operazione la software assicura che la luminosità del sottofondo del filtro viene adeguata su un livello.

Questo attributo unico implica:
1. Che anche filtri coperti disomogeneamente di impurità residua non creano problemi al l'analisi.
2. l'abbinamento di luminosità del sottofondo su le singole immagine permette di determinare un valore di soglia generale per la detezione di particelle.


Conseguenziale tutti i utenti lavorano con stesse impostazioni. Quindi i risultati automatici sono indipendenti del utente.

Concludendo l'analisi a questo punto, si riceve la distribuzione del le Particelle (Grandezza e numero) sul filtro a membrane.

La microscopia otica permette di tirare ulteriori informazioni dalle particelle.
Usando combinazioni di luce polarizzata e possibile distinguere tra particella metallica e non metallica.
La descrizione di questo metodo (JOMESA brevetto) esegue sul seguente sito:
Riconoscimento di metallo e non metallo